Chiudi
Type at least 1 character to search
Torna su

La Lettera del direttore sanitario

Cari amici pazienti,

 

è finalmente arrivato il momento di scrivervi, col cuore in mano, perché è l’unica maniera che conosco.

Scrivere è forse ciò che mi spaventa maggiormente. Non esagero quando dico che mi crea quasi panico.

Perché, vi domanderete.

Perché, per me, significa abbandonare il dubbio, mio intimo alleato, e fissare irreversibilmente dei punti chiari. Prendere posizione. Quando lo faccio ho con me la certezza di aver valutato il possibile, tutto ciò che è di mia competenza e aver preso la decisione migliore.

Questi ultimi due mesi hanno drasticamente influenzato tutti i nostri piani, le nostre vite personali, la nostra maniera di relazionarci con gli altri e hanno risvegliato la paura. Per la salute, per il lavoro, per la famiglia e gli amici, per il futuro.

Come Medico, Imprenditrice e Direttore Sanitario di Lai Putzu Odontoiatria & Benessere, chiudere è stata l’unica scelta possibile per preservare la salute di tutti voi, delle nostre assistenti, collaboratori e di noi medici.

Ci ha dato il tempo di studiare, confrontarci e di organizzarci per affrontare, preparati, un nuovo capitolo delle vite di tutti noi.

Così ho fatto in questo periodo perché ritenevo fosse davvero importante riaprire lo studio solo quando saremmo stati capaci di garantire lo stesso livello di sicurezza di prima. Adesso è la notte prima degli esami e io mi sento pronta.

Noi di tutta l’équipe Lai Putzu Odontoiatria e Benessere siamo pronti.

Ad oggi tutti gli studi sono aperti unicamente per urgenze indifferibili, i nostri protocolli sono in continuo aggiornamento così come le nostre tecnologie per l’implementazione di igiene e sicurezza.

Per ora dovete sapere che l’ambulatorio odontoiatrico è da sempre preparato nella gestione del rischio biologico. I protocolli di igiene e sicurezza costituiscono un obbligo fondante della professione odontoiatrica e vengono aggiornati ad ogni nuova epidemia.

Noi medici e le nostre assistenti siamo già abituati e addestrati a ridurre il rischio biologico ai minimi termini. Ci proteggiamo e proteggiamo operatori e pazienti.

Ci stiamo solo aggiornando alla nuova epidemia.

Posso affermare con certezza che lo studio odontoiatrico è di fatto un luogo protetto perché controllato in maniera certificata dove tutti i protocolli sono mirati all’abbattimento del rischio biologico e chimico e fisico. Da sempre e oggi ancora di più.

A presto
Ines