Chiudi
Type at least 1 character to search
Torna su

Ortodonzia
e gnatologia

Ortodonzia

Il termine ortognatodonzia deriva dal greco orto = dritto + donzia = denti.

 

Lo specialista corregge la crescita delle basi ossee e la posizione dei denti migliorando la funzionalità respiratoria, la masticazione e l’estetica. Sono oggetto di studio dell’ortodontista denti, mandibola, mascella, articolazioni.

 

L’ortodontista indaga inoltre le abitudini quotidiane come il modo di masticare e deglutire ed eventuali problemi legati allo sviluppo delle ossa del cranio e del corpo in generale. Nei trattamenti ortodontici per bambini è consigliabile eseguire dei controlli periodici fin dall’età infantile per prevenire la necessità di un trattamento ortodontico in età adulta. Inoltre è importante eseguire controlli precoci perché un trattamento ortodontico eseguito entro i nove anni e più predicibile.

 

Il piano di trattamento ortodontico viene stabilito previa valutazione cefalometrica e studio completo del caso clinico. L’ortodonzia oggi consente di ottenere un buon risultato estetico e funzionale con tecniche sia fisse che mobili ma qualsiasi tipo di apparecchio si scelga di applicare, non si può prescindere dalle necessità individuali del piccolo paziente.

 

Nei trattamenti ortodontici per adulti è convinzione comune che le correzioni legate al malposizionamento dei denti siano efficaci solo se effettuate in età infantile.
Questo non è del tutto vero. Cure effettuate in età infantile garantiscono maggiore predicibilità del risultato ma è possibile ottenere ottimi risultati anche in età adulta.

 

È importante effettuare cure ortodontiche anche in età adulta perché una dentatura male allineata può provocare disagio nella quotidianità, un calo dell’autostima e della fiducia in se stessi sia nella vita privata che in quella professionale. Inoltre l’affollamento dentale può determinare problematiche funzionali quali:

 

  • difficoltà nell’igiene orale
  • accumulo della placca batterica
  • formazione di tartaro
  • problemi alle gengive
  • dolore alla mascella
  • stridore dei denti

Gnatologia

Hai mai pensato che una postura errata, dolori alla schiena, al collo, tensioni muscolari, capogiri e vertigini possano essere in qualche modo collegate a problematiche del cavo orale?

 

La gnatologia è la scienza che si occupa del sistema masticatorio, considerando la fisiologia, i disturbi funzionali e la terapia. Questa è differente dall’odontoiatria che è la scienza che si occupa della preservazione e restaurazione del sistema stomatognatico.

 

La Gnatologia si occupa dello studio e della cura delle patologie a carico delle articolazioni della bocca e di tutti gli organi ad esse connesse. Le articolazioni del cavo orale sono definite “articolazioni temporo mandibolari (ATM)” e sono utilizzate quando facciamo delle azioni automatiche come sbadigliare, ridere, deglutire, parlare e masticare.
È facile da intuire che L’ATM non smette mai di lavorare, entra in funzione ripetutamente moltissime volte al giorno anche quando non ne siamo consapevoli.

 

La gnatologia prende in esame diverse problematiche quali:

 

  • difficoltà di apertura e chiusura della bocca
  • dolori al viso e al collo
  • mal di testa da occlusione
  • bruxismo
  • incoordinazione della mandibola
  • vertigini o senso di instabilità
  • mal di schiena, alle gambe o alle spalle
  • morso profondo o morso aperto
  • acufeni
  • dolori alla mascella
  • problemi posturali
  • blocco della mandibola
  • disordini o disturbi di qualsiasi genere nell’ambito dell’apertura o chiusura della bocca

 

Lo gnatologo esaminando il tuo quadro clinico è in grado di effettuare una corretta diagnosi prospettando la migliore soluzione per i tuoi problemi e se necessario prescrivere l’utilizzo di un bite notturno o diurno.

Richiedi appuntamento

Chiama o scrivici per fissare la prima visita. La consulenza è gratuita e senza impegno.

Accetto privacy policy ai sensi dei D.Lgs. 196/2003 e 101/2018.